Varsavia senza glutine

Varsavia senza glutine

di Virginia

Warszawa bez gluten

Sapete ormai, che tutti i miei viaggi, sono una piccola guida su dove mangiare senza glutine. Da quando sono celiaca (ben 16 anni) non mi sono mai privata di viaggi o altro, anzi proprio viaggiando ho scoperto ed assaggiato tanti cibi senza glutine che in Italia non assaggerò mai!
Ho aperto i miei confini e consiglio di farlo a tutti.
Da ogni viaggio tornerete più ricchi e con nuove vedute.
Torniamo a Varsavia, la capitale della Polonia. La meta perfetta per un weekend low cost. La moneta è lo Zloty. (1€ = 4,29 zloty).
Affascina la sua storia, rasa al suolo nel periodo nazista e ricostruita fedelmente come un tempo. Risorta come un’araba fenice.
Il simbolo principale della città è la statua della Sirena, sita nel Ryneck, la piazza del mercato nella città vecchia. Si racconta che sia la sorella della famosa Sirenetta di Copenaghen. Leggenda racconta che questa sirena fu catturata da un commerciante che la rinchiuse in un sottotetto, fuori dall’acqua. Un giovane, figlio di pescatore, la sentì piangere e la liberò.
Lei, per ringraziarlo, armata di spada, promise di proteggere la città e i suoi abitanti.
A Varsavia convivono perfettamente due stili contrapposti, antico e moderno.

Per quanto riguarda il cibo a Varsavia non è stato difficile trovare il senza glutine. Molti posti sono informati sul glutenfree. E soprattutto mangiano tante verdure e tante patate! Proprio parlando di patate, se andate a Varsavia non perdetevi di provare le famose patate farcite (tantissimi gusti) da Groole (Sniadeckich 8).


Se siete fan della pizza e come me la assaggiate in tutte le parti del mondo, allora dovete fermarvi a La cantina Meyhane (Nowy Swiat 64) dove oltre ad una buona pizza, potete gustare anche dei panini farciti, birra senza glutine da 500 ml e piatti tipici. Verranno serviti al vostro tavolo contraddistinti da una simpatica bandierina con la scritta glutenfree.

Se siete amanti del cibo vegetariano, dovete fare tappa in un grazioso localino (molto piccolo) con tante preparazioni per pranzi veloci e genuini a base di verdure. Ekobar Green Peas ( Szpitalna 5) vicino al palazzo della cultura.


Se invece desiderate immergervi in un luogo con stile tipicamente polacco allora vi consiglio Restauracja Zapiecek (ul. Piwna 36/36). Qui dovrete assaggiare assolutamente il piatto tipico: i Pierogi. Anche in versione senza glutine. I Pierogi sono una pasta ripiena, simile ai nostri ravioli, con assaggi diversi di ripieno.

Consiglio per un panorama mozzafiato di Varsavia dall’alto di salire al 30° piano del Palazzo della cultura e della scienza, il più alto edificio presente in città. Dono fatto alla città da Stalin, al tempo del comunismo. Oggi dai polacchi viene soprannominato “il mostro” per come domina su tutta la città.

Un mio piccolo consiglio, che vale sempre, per tutti i viaggi, ovunque andiate, è di entrare nei supermercati del posto, perché troverete tanto cibo senza glutine a prezzi bassissimi, mai visti in Italia. E qualche souvenir culinario da portarsi a casa è assicurato!
Buon viaggio…

Viaggiate, viaggiate, viaggiate..

Se volete leggere più approfondimenti su cosa visitare a Varsavia, vi lascio il link di Non solo viaggio . Buona lettura!

Potrebbe piacerti anche

Rispondi